Chi siamo

Collettivo Via Libera, 194

Via Libera, 194 è un collettivo aperto a tutti/e, il cui scopo è il pieno adempimento della legge 194. È nato a Jesi (AN) nel mese gennaio del 2013 a seguito di un’emergenza verificatasi presso il reparto di Ginecologia e Ostetricia  dell’ospedale della nostra città. A luglio 2012, infatti, tutti i ginecologi si sono dichiarati obiettori, fatto questo che ha portato ad una sospensione del servizio di interruzione volontaria di gravidanza.

L’obiezione di coscienza per i medici, sebbene sancita dalla legge, non è regolamentata e porta spesso a casi paradossali come quello jesino. Il collettivo intende quindi partecipare attivamente al dibattito nazionale sulla validità stessa dell’obiezione.

Chi volesse condividere con noi la propria esperienza o conoscere nel nostre attività, può contattarci all’indirizzo vialibera194@gmail.com o via facebook.

 

3 Risposte to “Chi siamo”

  1. Alice sposato 3 febbraio, 2013 a 14:00 #

    Sono informata di quello che sta accadendo già da un po’ di tempo e lo trovo incredibile ! Sono veramente disgustata da queste persone e da chi permette loro di non rispettare una legge statale come la 194. Ritengo inoltre che questi medici obiettori dovrebbero andare a lavorare in cliniche private e lasciare il posto a chi fa il suo dovere e’ inammissibile !! Bisogna fare qualcosa!!

  2. Movimento Radicalsocialista 30 giugno, 2013 a 09:58 #

    La difesa della 194 è il cardine di qualsiasi battaglia per i diritti civili, la libertà e l’autodeterminazione della donna, contro l’oscurantismo da medioevo che ancora permane da parte di chi, con la scusa della “morale” e dell’obiezione di “coscienza”, vorrebbe imporre a tutti il suo modo di pensare integralista (in questo come in altri campi della vita individuale e sociale). Per questo, con lo stesso spirito con cui abbiamo promosso in varie parti d’Italia le “consulte per la laicità”, aderiamo con convinzione all’iniziativa del collettivo “Via Libera, 194”.
    M.R.S.

  3. 194 23 settembre, 2013 a 11:12 #

    Il mondo mi è caduto addosso quando ho scoperto che il mio bambino avrebbe avuto di sicuro malformazioni gravissime. Dopo giorni di inferno io e il mio ragazzo abbiamo deciso di interrompere la gravidanza entro i termini di legge. Purtroppo altra doccia fredda… in un periodo complicato mi sono sentita completamente abbandonata, attaccata, e riempita di menzogne!!!
    Non solo non sei seguita psicologicamente, ma ti senti respinta come se la tua scelta non contasse nulla, come se la MIA scelta non fosse tutelata da una legge!
    Dopo giorni di telefonate, di porte chiuse in faccia, del “a pagamento tutto è possibile”, una struttura ospedaliera si è comportata come dovrebbero comportarsi tutte le altre. Ringrazio il dottore e le infermeriere che mi sono state vicine, ma per il resto sono piena di rabbia per tutto quello che ho sentito in questi giorni, e spero che qualcosa cambi, spero che nessun’altra donna debba sopportare quello che ho sopportato io!!!
    Scusate lo sfogo, ma dobbiamo fare qualcosa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: