Il Collettivo via Libera 194 lancia una petizione per la piena applicazione della legge 194/78

26 Apr

Il Collettivo via Libera 194 lancia la petizione popolare per la piena applicazione della legge 194/78 negli ospedali delle Marche, affinché vengano garantiti i diritti sanitari legati alla salute riproduttiva della donna.

Quattro sono le nostre richieste:
1.    la piena applicazione della legge 194 sull’interruzione volontaria della gravidanza;

2.    il potenziamento dei consultori pubblici e della rete pubblica dei servizi sanitari;

3.    l’affidamento al Difensore civico della Regione Marche dei compiti di raccolta delle segnalazioni di inattuazione della L. 194/78 e monitoraggio annuale del numero di obiettori di coscienza per categoria professionale;

4.    l’adozione di linee guida regionali per la somministrazione in day hospital della pillola RU486 per l’aborto farmacologico.

Perché una petizione
La necessità di tali richieste nasce dal fatto che la legge 194/78, di cui quest’anno ricorre il 35° anniversario, rischia continuamente di essere disapplicata a causa delle alte percentuali di obiezione di coscienza di medici e personale sanitario.

Nella nostra Regione abbiamo recentemente assistito ad un caso emblematico: quello dell’ospedale di Jesi in cui gli interventi di IVG sono stati sospesi in seguito all’obiezione di coscienza sollevata da tutti i ginecologi della struttura. Ci sono voluti ben 9 mesi prima che la Regione Marche si adoperasse per riattivare il servizio e per ripristinare così lo stato di legalità nel nostro ospedale, seppur in maniera parziale e precaria.

C’è il rischio che quanto accaduto si ripeta di nuovo, a Jesi come in altre città, ed esistono anche casi – come a Fermo e a Fano – in cui alla donna viene tutt’oggi negata la possibilità di interrompere la gravidanza nell’ospedale pubblico cittadino.

Ricordiamo che la legge 194 obbliga le Regioni a garantire gli interventi di IVG in ogni caso, anche mediante la mobilità del personale.

Firma e fai firmare!

La legge 194/78 va rispettata.

———————————————————————————-
COME FIRMARE LA PETIZIONE
———————————————————————————-

1. Clicca QUI per scaricare la petizione. Stampala, firma e fai firmare. Poi contattaci via email –  vialibera194@gmail.com – per sapere qual è il “punto 194” più vicino alla tua città a cui consegnare il foglio con le firme.

2. Firma la petizione ai banchetti “punto 194“: informeremo periodicamente gli iscritti al blog e al nostro Gruppo Facebook dove e quando sono previsti.

3. Firma presso le sedi dei soggetti promotori della petizione.

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: