Pdci Jesi: La Regione faccia il suo dovere e garantisca l’applicazione della legge 194 nell’Ospedale di Jesi

7 Feb

Riportiamo il comunicato stampa di Pdci Jesi pubblicato il 6 febbraio 2013 su viverejesi e jesiattiva

Sono ormai passati sette mesi da quando i ginecologi della struttura ospedaliera jesina hanno dichiarato la propria obiezione di coscienza, dopo che per tanti anni hanno applicato la 194 nell’ospedale di Jesi svolgendo anche funzioni di supplenza nei confronti di altre strutture ospedaliere marchigiane.

E dopo sette mesi ancora non si è trovata una soluzione affinché l’applicazione della Legge 194 sia garantita anche nell’Ospedale jesino.

E la soluzione non è difficile: o si utilizza un ginecologo non obiettore dell’ASUR o si fa un contratto con un libero professionista. Questione di pochi giorni di lavoro amministrativo.

Il problema tuttavia non è amministrativo ma politico, perché è la Regione Marche che deve garantire l’applicazione della Legge 194 in tutte le strutture sanitarie con gli strumenti che ha a sua disposizione, senza permettere che ci siano strutture che vengano penalizzate nell’attuazione della Legge, anzi dimostrando materialmente il supporto a tutti gli ospedali impegnati in quel versante. PROPRIO QUELLO CHE NON E’ SUCCESSO A JESI.

Ed è grande la responsabilità politica dell’Assessore regionale Mezzolani  per l’inerzia che ha dimostrato anche in questi mesi, magari per non dar fastidio ai propri alleati di Giunta Regionale dell’UDC, dei quali la posizione politica sulla 194 è nota a tutti.

Così come è grave l’impreparazione dell’Assessore alle Pari Opportunità Barbara Traversi, che in una riunione pubblica sostiene che la 194 è di nuovo applicata a Jesi dal 1 Gennaio 2013, per essere clamorosamente smentita dal dott. Curatola un minuto dopo.

Testimonianza concreta ed evidente di come ha a cuore questo problema.

Ribadiamo che la soluzione è già individuata in un accordo tra le strutture ginecologiche di Jesi e Fabriano. I problemi di natura contrattuale si risolverebbero in 5 minuti se la Regione Marche volesse realmente assicurare l’applicazione della 194 nel nostro territorio.

Leggi le altre notizie della rassegna stampa

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: