Interruzione di gravidanza: Traversi, “meno polemiche elettorali, più incisivi verso Regione ed Asur”

7 Feb

Riportiamo il comunicato stampa del Comune di Jesi pubblicato il 7 febbraio 2013 su viverejesi.

“Preferisco non rispondere alle provocazioni di partiti alla disperata ricerca di visibilità in campagna elettorale. Ci tengo a ribadire che sono stata e sarò sempre dalla parte dei diritti delle donne, compresi quelli riconosciuti dalla Legge 194”.

Così l’assessore ai servizi sociali Barbara Traversi che aggiunge: “Sono altrettanto convinta che questo non debba significare attaccare i medici dell’ospedale di Jesi, perché spetta all’Asur e all’Area Vasta 2 garantire il servizio di interruzione di gravidanza anche nella nostra città, rispettando al tempo stesso il diritto dei medici ad esercitare l’obiezione di coscienza (riconosciuta da quella stessa legge) e la loro legittima aspirazione a lavorare in sicurezza e serenità.

Il Comitato Via Libera 194 intende giustamente riaffermare un diritto. Credo che il dovere dell’Amministrazione comunale debba essere invece quello di adoperarsi per risolvere concretamente il problema e in questo senso ci stiamo muovendo da tempo. Se le forze politiche, anziché perdere tempo a polemizzare, si attivassero con i loro rappresentanti in Regione e chiedessero loro di unirsi energicamente alle nostre rivendicazioni, forse si riuscirebbe finalmente a costringere il dottor Ciccarelli a fare qualcosa”.

Leggi le altre notizie della rassegna stampa.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: